giovedì 27 maggio 2010

Chi va con lo Zoppo... ascolta 'Machines', il nuovo album degli Yang

A fronte dell'alluvionale numero di new prog bands che si rifanno a Genesis, Marillion e Flower Kings, gruppi che invece guardano alle oscure sperimentazioni dei King Crimson passano un po' più inosservati. Sarà anche per questo che spesso formazioni del genere sono meno invise alla critica: gli Yang per esempio. Per quanto travolgente, dinamitarda e serrata sia un'operina rock minimalista come la opening-track "Massacre", ciò non basta ad apprezzare fino in fondo il nuovo disco, che sconta una natura derivativa alquanto marcata.

Eppure Frederic L'Epée non è il primo arrivato, tutt'altro: chitarrista degli Shylock e poi dei Philarmonie, il deus ex machina del gruppo giunge al secondo lavoro con una formula pressochè invariata. Quella di un guitar-driven rock profondamente frippiano, due chitarre grondanti elettricità al crocevia tra i KC del '73, il minimalismo affrontato da Riley & Cale, il sound più infuocato di Hendrix e delle sue legioni di epigoni. "La procès", con il suo sviluppo intricato e dinamico, aperto anche a infiltrazioni funk, è molto convincente, così "Circuits de satisfaction", con cadenze rock ben marcate e la spiazzante deviazione reggae di "L'etau familial".

Gli Yang hanno un merito indiscutibile: sanno creare atmosfere sature, fosche e tenebrose da tregenda, mettendo in piedi pezzi furiosi e implacabili con tempeste di chitarre e segmenti ritmici senza respiro. Non mancano momenti più ariosi - vedi "Superball" oppure gli agganci acustici di "3éme messs" e "Some rescued demons" - o solenni come "Heavy motion". Unica pecca: l'approccio derivativo, l'assenza di una personalità distintiva e definita.

Un secondo album piacevole, dunque, che cresce con gli ascolti ma che resta in fin dei conti prevedibile, con momenti alti davvero eccellenti e episodi un po' scontati.

http://www.yanggroup.fr

(Recensione apparsa su: http://www.movimentiprog.net/modules.php?op=modload&name=Recensioni&file=view&id=3190)

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...