sabato 26 giugno 2010

Chi va con lo Zoppo... ascolta 'Niente apparente', il nuovo album degli OCHTOPUS!




A sei anni di distanza dal terzo album, il settetto di Ravenna realizza il nuovo disco:
tra folk, jazz, tango, Balcani, Africa e tanta ironia, ancora una volta l'inconfondibile 'musica tentacolare' Niente Apparente: il ritorno degli Ochtopus!


OCHTOPUS
e
ETHNOWORLD MUSIC
sono lieti di presentare:


NIENTE APPARENTE

...la musica tentacolare degli Ochtopus...


Ethnoworld 2010
13 brani, 54 minuti



Niente apparente è il quarto album degli Ochtopus, il brillante settetto ravennate che, con la sua inconfondibile "Musica Tentacolare", ancora una volta realizza una riuscita miscela di atmosfere di strada e di circo, con una formula strumentale ricca di colori, brio e umorismo. Lenta ma inesorabile, la piccola carovana Ochtopus continua il suo viaggio all'interno della Musica Tentacolare: questa volta si è ritrovata a bordo di un sottomarino, nelle profondità abissali.

Gli Ochtopus nascono nel 1996 e partecipano a numerosi eventi live mostrando il loro talento da buskers, ma alla musica di strada affiancano anche una costante attività in studio, che li porta a realizzare quattro album e due colonne sonore per lavori video. Gli Ochtopus pubblicano nuovamente per la Ethnoworld Music il loro quarto album: a sei anni di distanza dal fortunato Calamari da passeggio, Niente apparente è il miglior biglietto da visita per l'appassionata e dinamica formazione.

Tredici brani che spaziano con ironia, giocosità e coinvolgimento tra folk, jazz, tango, rumba, musica balcanica e africana, con i consueti riferimenti alla leggera musica da camera rivisitata dalla Penguin Cafè Orchestra o all'approccio zingaresco dei 17 Hippies. Formazione originale per struttura e direzione, con la presenza di due chitarre acustiche, una sezione fiati (fagotto, oboe, corno e sax) e un pittoresco set di percussioni, gli Ochtopus confermano il loro spirito da piccola orchestra. Anche in Niente apparente si divertono a proporre il loro rifacimento di brani molto noti: Pop Porno de Il Genio diventa Pop Corno (con riferimento allo strumento amato dal gruppo), Yann Tiersen è omaggiato con la rilettura di (dalla colonna sonora di A QuaiIl favoloso mondo di Amélie), infine una rivisitazione del tradizionale colombiano Galeron.

"Tanto va la Piovra al lardo, che finisce nel Brodino"...

Ochtopus:
Gianluca Gardelli: chitarra
Fabrizio Sabia: chitarra
Fabio Scalini: fagotto
Christian Vistoli: percussioni
Maria Agostini: corno
Barbara Rossi: oboe
Lauro Rambelli: sax
Mimma Pisto: voce


Info:

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...