lunedì 28 giugno 2010

Chi va con lo Zoppo... ascolta 'The Road', il nuovo album degli Airportman

Parlare di suite per una band anomala e felicemente contraddittoria come gli Airportman è fuori luogo. Eppure lo hanno fatto. Con il nuovo album "The road" il gruppo cuneese presenta proprio una suite. Ma a suo modo. Ispiratisi al postapocalittico romanzo "La strada" (2006) di Corman McCarthy (adattato anche al cinema di recente, con un'altrettanto recente polemica sulla distribuzione in Italia...), gli Airportman ne hanno voluto offrire una personale, visionaria, struggente colonna sonora.

Al mondo in rovina, alla fine di un tempo, alle macerie laceranti narrate dallo scrittore americano, la band ha risposto con una dolorosa ma efficace registrazione in presa diretta. Sonorizzare un romanzo non è da tutti, ma commentare "questo" romanzo è un'iniziativa che solo gli Airportman potevano fare: questione di sensibilità, di esperienza, di cuore. Trenta minuti per un viaggio sonoro fatto di sofferenza, slanci, passioni, turbolenze e desolazione profonda.

Il recitato è a cura dell'amico Stefano Giaccone, presente anche con il suo inconfondibile sax insieme al violoncello della Mureddu: una coppia essenziale per il profondo clima espressivo che il disco sprigiona. Si potrebbe parlare di post-rock per le atmosfere così dilatate, quasi estreme nella loro variabilità tra catalessi ed esplosione sonora. Ma per gli Airtportman, e in particolare per questo progetto, è sufficiente parlare di musica fatta con il cuore.

http://www.airportman.com

(Recensione apparsa su: http://www.movimentiprog.net/modules.php?op=modload&name=Recensioni&file=view&id=3218)

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...