sabato 3 luglio 2010

Chi va con lo Zoppo... ascolta 'Ciarlatani di brasiliana memoria', il nuovo cd della Muga Lena

Ci arriviamo in ritardo, colpevoli ma ancora affascinati dalla loro musicalità: parliamo dei ragazzi della Muga Lena, eccentrica band siciliana. In circolazione dal 2003, la Muga Lena ha pubblicato una manciata di demo e in particolare questo album autoprodotto dal curioso titolo "Ciarlatani di brasiliana memoria" colpisce nel segno.

Nel libretto c'è il logo del "movimento per i diritti psichedelici", qualcuno ha definito la band "erede dei Tortoise", qualcosa torna... La dimensione free-form, la libertà espressiva e la disinvoltura dinamica collegano La Muga Lena al patrimonio post-rock di Chicago ma non manca una consapevolezza progressiva nella loro scrittura, mutevole e soprattutto psichedelica, nell'accezione estatica alla Grateful Dead.

"Ciarlatani in malafede" e la travolgente "Il frutto della combustione" spaziano tra Pink Floyd e Moly con qualche reminiscenza dei Motorpsycho, e in generale il marchio di fabbrica del gruppo è negli intrecci di chitarre e nella vocalità vagamente kyussiana, che amplifica l'atmosfera da smarrimento lisergico ("La memoria non poteva essere read"). Menzione speciale per "Neuroni in sol minore", gioiello neopsichedelico che ricorda le aperture desertiche dei migliori Nebula, e "Perni fuselli", probabilmente il manifesto della band in termini di eclettismo e idea dello spazio sonoro.

Una gran bella scoperta, con la speranza che la band siciliana - migliorata e "asciugata" la proposta - debutti ufficialmente con un bel cd.

http://www.myspace.com/lamugalena

(Recensione apparsa su: http://www.movimentiprog.net/modules.php?op=modload&name=Recensioni&file=view&id=3221)

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...