lunedì 30 agosto 2010

Chi va con lo Zoppo... ascolta '1/1', il nuovo cd dei Mind Portal

Vengono da Voronezh e sono nati nel 2009: una band alquanto giovane quella dei Mind Portal, ma con le idee estremamente chiare. "1/1" è un formidabile album di heavy-prog-fusion, tanto mirato all'impatto, alla sorpresa nelle soluzioni strumentali, al groove e al vertiginoso virtuosismo individuale, quando prevedibile e già sentito.

"Roller coaster" apre l'album con una dichiarazione d'intenti ben precisa: tema d'assalto diretto da chitarre e tastiere, percorsi ritmici serrati, la band che si insinua in cunicoli strumentali per emergerne maestosa e altisonante. I riferimenti sono i consueti, comuni a band italiane simili come Aphelion e Utopia o tedesche come Trigon: Liquid Tension Experiment, Planet X, Tribal Tech, Gordian Knot, Aghora e molti altri.

La matrice è decisamente chitarristica: Grigory Kurnosov spadroneggia nell'intero album e conferma il suo talento nella chiusura di "Dedication". Certo il quartetto russo ha una poderosa tenuta d'insieme e riesce ad alternare con maestria temi, tempi, atmosfere e colori differenti, come dimostrano "Natural disaster" e "In pursuit of a black pearl", che giocano su un nucleo heavy rock ben quadrato, e il grintoso sviluppo di "Fast food".

Un esordio piacevole, che i fanatici del progressive a tinte hard e fusion gradiranno non poco, ma nel quale si fatica a trovare idee nuove.

http://www.mindportal.ru

(Recensione apparsa su: http://www.movimentiprog.net/modules.php?op=modload&name=Recensioni&file=view&id=3258)

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...