giovedì 30 settembre 2010

Chi va con lo Zoppo... ascolta 'BluesLanz', il nuovo cd blues di Bernardo Lanzetti

"Il blues può trasformare lo sconforto in nobile energia": così afferma Bernardo Lanzetti nelle liner notes del nuovo album "Blueslanz". E' il secondo tassello del suo progetto di tributo ai suoi amori, composto da "Dylanz" in omaggio a Bob Dylan e da questo breve ma significativo viaggio nel blues. Se con dylan Bernardo ha operato una vera e propria assimilazione dei classici del menestrello di Duluth, con il suo tuffo nel blues non c'è alcuna cover, bensì 5 brani scritti da lui con la collaborazione organica di Cristiano Roversi.

E' intrigante immaginare come un artista dalla storia importante come Lanzetti abbia potuto esporre un progetto blues, e lo è ancora di più se pensiamo che gli arrangiamenti e la produzione sono curati da Roversi, musicista tra i più capaci e attivi del nostro new progressive (i dischi dei Moongarden stanno a dimostrarlo da anni). Il risultato non si discosta molto - in termini di intenzioni - da quanto faceva Demetrio Stratos quando maneggiava blues e rock 'n' roll.

"Miserable" ha una struttura e un andamento tipicamente blues ma il mellotron in sottofondo e l'esplosione moog lo rendono decisamente originale. Più trascinanti ed elettriche "Much 4 just a man" e "Good to love you": in generale i brani lanzettiani si lasciano ascoltare con piacere perchè combinano belle intuizioni melodiche con soluzioni e spunti spiazzanti, lontani dalla prevedibilità del rock-blues, come accade in "Oh mother", tra tastiere dal sapore vintage e la vocalità inarrestabile del nostro. Un disco piccolo ma con il cuore grande e l'anima blue, pieno di "nobile energia".

http://www.bernardolanzettifansclub.com

(REcensione apparsa su: http://www.movimentiprog.net/modules.php?op=modload&name=Recensioni&file=view&id=3286)

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...