mercoledì 12 gennaio 2011

Chi va con lo Zoppo... ascolta '3 Juno', il nuovo disco dei Liir Bu Fer

Nuova uscita della Zeit Interference di casa Lizard, i Liir Bu Fer sono un ulteriore tassello di quella progettualità di confine patrocinata con abnegazione dall'ottimo Loris Furlan. "3 juno", per la natura ma anche per la presenza di musicisti ospiti, riporta direttamente al movimento sotterraneo sulle rive di quel Brenta che, nei primi anni '90, regalò agli ascoltatori nomi come Bondage, Spirosfera, Lingam, EstAsia.

Liir Bu Fer è un trio nel quale spicca la presenza di Marco Tuppo, deus ex machina degli eccellenti Nema Niko, e di ospiti come Michele Bertone e Claudio Milano dei Nichelodeon, che di quello spirito è oggi degno rappresentante. Ancora una volta la Zeit propone un lavoro elettronico che ha nello spirito visionario, negli sviluppi irrazionali, talvolta drammatici e oscuri, il proprio tratto caratteristico. A questo si aggiunge la propensione all'analogico, non alla contemporaneità di un Mac nè al revival anni '80, una capacità di sviluppare il discorso avvalendosi della forza evocativa dello strumento non necessariamente elettronico (pianoforte, armonica, kalimba, flauto, ebow, chitarre) ma anche della voce (vedi proprio Milano in "Red submarine").

Il minimalismo disturbato di "1944", l'inquieto incedere di "Maestrale" e "Mikumi", l'enigmatica teatralità di "Es": colate di suoni liberi ma destinati a colpire l'ascoltatore, cullandolo, scuotendolo, stimolandogli "memorie dal sottosuolo". Insinuante e "lesivo ("Esperanto"), ipnotico ("Room 10") e orrorifico ("Obliquizione"), l'album è l'ideale colonna sonora di un'esperienza onirica ma anche il biglietto da visita di una intrigante formazione sperimentale.

http://www.myspace.com/liirbufer


(Recensione apparsa su: http://www.movimentiprog.net/modules.php?op=modload&name=Recensioni&file=view&id=3364)

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...