mercoledì 16 febbraio 2011

Chi va con lo Zoppo... ha apprezzato 'Rock!', la mostra-evento al PAN di Napoli

ROCK!
Il rock e i suoi linguaggi nella fortunata mostra/evento di Napoli



Non amo frequentare le mostre il giorno della loro apertura: troppa folla, calca in eccesso, il giusto stupore e la dovuta emozione ti fanno vedere le cose in modo diverso. Preferisco andare in visita l'ultimo giorno, quando si respira un po' di stanchezza, un'aria di smobilitazione, la voglia di fermarsi. Ma agli sgoccioli di un evento così fortunato come la mostra Rock!, non poteva non percepirsi anche - netta, nitida, chiara - la soddisfazione per l'ottima riuscita, la ribollente meditazione su una seconda edizione, il magma ancora indifferenziato di idee nuove, miglioramenti, aggiunte e limature.

Michelangelo Iossa nella sezione Rock Legends. Foto Francesca Grispello


Primo evento in Italia di tale natura, Rock! è stato una mostra/evento che ha voluto celebrare - in modo fortunatamente analitico, dettagliato, divulgativo - il mezzo secolo di cultura rock: i linguaggi, l'immagine, la comunicazione, il ruolo artistico e culturale della parte più significativa della popular music del secondo '900. L'evento si è svolto al PAN - Palazzo delle Arti di Napoli da sabato 18 dicembre 2010 a lunedì 14 febbraio, con due settimane di prosecuzione rispetto all'originaria chiusura. Ideata e diretta da Michelangelo Iossa e Carmine Aymone, tra i principali operatori dell'informazione musicale italiana, Rock! ha coinvolto professionalità e passione, istituzioni locali, collezionisti, cultori e artisti che hanno collaborato alla buona riuscita del progetto.


Si entra in The Sound Of Music. Foto F. Grispello

Il progetto ha raccolto memorabilia, album, foto inedite, testimonianze e opere d'arte in un percorso che ha individuato alcuni elementi tematici di approfondimento: Rock Legends è stata la sezione dedicata ai pionieri del rock 'n' roll, American Dreams al mito del rock americano da Elvis a Seattle, The Sound Of Music l'evoluzione dei supporti per l'ascolto, Napoli strizza l'occhio al rock e Napoliverpool hanno dato uno sguardo al rapporto tra Napoli e il rock, soprattutto quello dei Beatles. Il tutto è stato arricchito da numerose partecipazioni speciali, da uno dei primissimi rocker italiani come Peppino Di Capri agli inossidabili Osanna, comprese apparizioni memorabili come quelle di Ian Paice e Jono Manson. I curatori hanno accompagnato i presenti in accurate visite guidate e un plauso particolare va a Raffaele Grieco, che ha raccontato la storia del rock attraverso i suoi supporti, svelando chicche come i numerosi errori progettuali di video e audiocassette.

Michelangelo Iossa nella sezione American Dreams. Foto Francesca Grispello


L'incredibile affluenza di visitatori, l'apprezzamento e il sostegno delle istituzioni, il forte supporto comunicativo e l'oculatezza nella scelta degli oggetti hanno reso questa prima edizione di Rock! un evento memorabile nella storia della divulgazione rock italiana. Attendiamo una nuova e più ricca edizione.


http://www.palazzoartinapoli.net


D.Z.

(Commento apparso su: http://www.movimentiprog.net/modules.php?op=modload&name=Sections&file=index&req=viewarticle&artid=827&page=1)

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...