venerdì 25 febbraio 2011

Chi va con lo Zoppo... legge '51 dischi per vivere meglio', il nuovo libro di Andrea Cavallo

51 DISCHI PER VIVERE MEGLIO

Andrea Cavallo

(Ananke Edizioni, 2011)




Cosa accomuna Debussy e Ravi Shankar, Jimi Hendrix e Camaron De La Isla, Charlie Parker e i Genesis? Si tratta - al di là dei generi, della provenienza geografica, della collocazione cronologica - di ottima musica. Di musica che fa "vivere meglio". A questa possibilità di condurre una vita migliore con una perfetta colonna sonora si è ispirato Andrea Cavallo per il suo primo esperimento da scrittore. Ricordiamo Cavallo nei Contrappunto, formidabile new prog band attiva dalla fine degli anni '90, e nell'evoluzione che il progetto ha avuto fino ad oggi. Il compositore e pianista torinese ha voluto esprimere una sua personale visione della musica selezionando 51 dischi, commentando 51 capolavori ad una "squadra" di autori o formazioni che hanno cambiato la storia della musica.

Come l'ottimo Lunario della musica di Carlo Boccadoro, Cavallo ha voluto presentare nei tratti salienti le principali opere di grandi artisti, utilizzando quattro categorie per favorire una maggior comprensione. Destinato principalmente ai neofiti, 51 dischi racchiude le scelte dell'autore nelle aree "musica colta", "jazz", "rock" e "musiche dal mondo/altri generi". Mahler, Bach e Messiaen, Monk, Coltrane e Metheny, Beatles, Led Zeppelin e Zappa (con un'ampia rappresentanza del movimento progressive), Jobim, la Mitchell e Morricone sono alcuni esempi dei nomi collocati nelle quattro sezioni, presentati con rapidità e con rimandi ad altre opere ed autori.

Opera per neofiti sicuramente, ma non solo. Per chi pratica quotidianamente l'ascolto, per chi studia la musica nella sua evoluzione storica, Cavallo offre qualcosa in più: il suo punto di vista. Che proviene da un musicista poliedrico, disponibile anche a scelte spiazzanti: non è un caso che tra i migliori album rock ci sia Italyan, rum casusu cikti di Elio e le Storie Tese, che dei Pink Floyd sia segnalato Atom Heart Mother e di Zappa The Grand Wazoo, di Davis In A Silent Way e di Messiaen La nativitè du seigneur. Al libro è allegato Come balle di fieno, il nuovo lavoro del Contrappunto Project: nel suo spaziare con eleganza e gentilezza tra musica colta, jazz, reminiscenze popolari e rock (il rifacimento di Entangled dei Genesis per piano e fiati è delizioso), anche il cd conferma l'eclettismo dell'autore e la sua visione musicale aperta, incline alla connessione di influenze e sensazioni.

http://www.ananke-edizioni.com


(Recensione apparsa su: http://www.movimentiprog.net/modules.php?op=modload&name=Sections&file=index&req=viewarticle&artid=828&page=1)

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...