martedì 8 marzo 2011

Chi va con lo Zoppo... ascolta 'Destiny', il nuovo album dei Soul Of Steel

Se dovessimo contare uno ad uno gli stereotipi contenuti in questo nuovo album dei Soul Of Steel non ne usciremmo vivi... La copertina, l'abbigliamento dei sei membri, l'ospitata di Roberto Tiranti, per non parlare dell'adesione incondizionata e acritica al genere progressive-metal. Eppure al sestetto pugliese poteva andar peggio: la produzione di Olaf Thorsen - uno dei protagonisti dello sbarco in Italia del metal progressivo - ha fatto in modo che i SOS contenessero i danni.

"Destiny" è infatti un buon disco d'esordio, competitivo con quelli che l'Italia sta partorendo negli ultimi tempi (vedi i Silver Lake e i Furyu ma non gli Utopia, ben più fantasiosi e convincenti), concentrato in particolare sul connubio energia-melodia. E' proprio su quest'ultima che i ragazzi si stabilizzano: brani come "Swordcross", "Reborn" (con un piacevole sviluppo sinfonico) e "Endless night" restano ben impressi, nonostante siano impersonali e fin troppo devoti ai Vision Divine.

I Soul of Steel sanno sviluppare un efficace riffing e buoni assoli ("Wings of fire"), intriganti spesso le combinazioni con le tastiere (vedi "Wild cherry trees") e con l'elemento progressivo e romantico ("Endless night" con il sempre intenso Tiranti). Peccato che la personalità dei Soul Of Steel stenti ad emergere, ma come primo passo i sei hanno tirato fuori il massimo. Benvenuti.

http://www.myspace.com/soulofsteelband

(Recensione apparsa su: http://www.movimentiprog.net/modules.php?op=modload&name=Recensioni&file=view&id=3397)

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...