mercoledì 27 aprile 2011

Chi va con lo Zoppo... ascolta 'Grantorinoprog', il nuovo album dei Gran Torino

C'è un piccolo ma significativo filone di gruppi italiani dediti al progressive strumentale, ai confini della fusion, che non ha mai guadagnato gli onori della cronaca ma che ha sempre mostrato rigore, capacità, fantasia. Pensiamo a DFA, Virtual Dream, Aphelion, Magnetic Sound Machine: formazioni che, con spiccate differenze in termini di estrazione e di risultati, hanno manifestato una notevole abilità nello spaziare tra rock, jazz, hard e connessioni varie. Gli ultimi arrivati in questa schiera sono i Gran Torino.

Formazione veronese schierata nel più classico quartetto con chitarrista e tastierista in prima fila, i GT si presentano nel migliore dei modi: con un disco d'esordio efficace, diretto, baldanzoso, convinto perchè creato da una band sicura, nonostante la recente costituzione. Il modello preso in prestito è quello del rock-jazz orientato al progressive, dunque brani ampi, studiati e costruiti fino ad un certo punto, ovvero lasciati anche all'estro e alla vitalità del momento, con un'attenzione particolare alla robustezza e alla muscolarità.

Con un sound che parte da ELP e Banco, passa per UK e Brand X e arriva ai Liquid Tension Experiment, i GT sfoderano un lotto di pezzi di buona fattura, a partire dall'opener "Sinapsi", ottima overture che mette in chiaro gli aspetti del quartetto, espressi in modo compiuto anche in brani come "Rock waters" e "Miridiana". Un progressive moderno, di ampio respiro, attento a coniugare l'elettricità del rock, le modalità del classico, le piroette di certa fusion. Come ogni debutto, anche "Grantorinoprog" alterna luci ed ombre: se da una parte i ragazzi sono attenti nel dosare incisivi riferimenti Seventies (le chitarre di "Jack Montorio", la tempestosa "Fox box", il riffone in grande stile di "Radio vox"), dall'altra il lavoro spesso risulta prevedibile e "insipido".

"Grantorinoprog" è un felice esordio, per una formula che merita qualche limatura e correzione per diventare ancora più convincente.

http://www.grantorinoband.it


(Recensione apparsa su: http://www.movimentiprog.net/modules.php?op=modload&name=Recensioni&file=view&id=3432)

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...