venerdì 10 giugno 2011

Chi va con lo Zoppo... legge Molecole n. 3: 'Playin' Italian Cinedelics' dei THE BUMPS!

Prima i Calibro 35, poi Daniele Luppi con Danger Mouse: sicuramente il revival delle colonne sonore del nostro cinema sta conoscendo un periodo di particolare brillantezza, grazie ad un mix di reinterpretazioni efficaci, di nostalgia per un periodo di ottima musica abbinata a dell'indimenticabile cinema. A questo fenomeno si aggiungono i The Bumps, anche se non sono certo gli ultimi arrivati.

La formazione pugliese è attiva da tempo: nasce dalle ceneri dei Tàngheri (noti per le collaborazioni con Marc Ribot) e proprio il trio Abbracciante/Penta/Di Lorenzo dà vita a questa nuova band, che esordiva nel 2008 con un apprezzato debut-album. "Playin' italian cinedelics" è un lavoro ispirato alle atmosfere sensuali e frizzanti del cinema italiano anni '60-'70, con una vera e propria rivisitazione di quelle colonne sonore. Nomi come Ferrio, Piccioni, Umiliani, Gaslini, Trovajoli e Morricone rivivono nel sound swingante e acidulo dei Bumps, che puntano ad un soul jazz/funk guidato dall'organo Hammond e Farfisa, abbracciando una linea che parte da Brian Auger e arriva a Martin, Medeski & Wood, passando per l'immancabile Nicola Conte.

Al di là dell'arrangiamento di temi familiari, dell'apporto di ottimi musicisti che coadiuvano il trio e di una generale atmosfera gioiosa e godibile, di particolare rilevanza sono i pezzi composti dai Bumps: "Hammondissimo Bellotti", ""Emmanuelle from Paris" e "The grandpa blues" trasudano groove e sprigionano sapori analogici, sia per gli strumenti (compreso il basso Fender Jazz e il fluido drumming). Musicisti sopraffini in un album davvero scoppiettante. Bravi Bumps!

http://www.thebumps.net

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...