lunedì 11 luglio 2011

Chi va con lo Zoppo... ascolta 'Shining', il nuovo album dei RANESTRANE

Jack Torrance, l'Overlook Hotel, la luccicanza, "il mattino ha l'oro in bocca". Figure, simboli, momenti di folgorante potenza iconica nella storia del cinema. La fama e il valore di un film come "Shining" restano immutati a distanza di un trentennio. "Shining" non poteva non ispirare artisti e gruppi: alcuni hanno citato esplicitamente nomi o personaggi (Mudvayne, 30 Seconds to Mars, Slipknot), altri invece hanno scelto di compiere un percorso di maggiore e più intrigante approfondimento. Pensiamo ai RanestRane.

La band romana si cimenta da sempre con l'immagine, seguendo una delle linee guida del rock progressivo, ovvero la sua propensione ad una musicalità "descrittiva", che devia l'urgenza espressiva verso una ricerca più attenta del colore, dell'atmosfera, della potenza visionaria. In omaggio a questo rapporto simbiotico, dopo il cineconcerto dedicato a Nosferatu i RanestRane si cimentano con "Shining". Certo un film non facile, di un regista come Kubrick che ha sempre usato scelte musicali incisive, penetranti, complesse.

La band romana dà alla luce un doppio album che ripercorre tutta la vicenda dello scrittore Jack Torrance, suggerendo anche l'ascolto combinato con la visione del film. In che modo il quartetto ha affrontato questa rivisitazione? Assecondando lo scorrere della narrazione e il mutare di stati d'animo, utilizzando talvolta estratti parlati dal film (delizioso ad esempio "Mr. Halloran"), evitando il più possibile di caricare eccessivamente dal punto di vista sonoro, anche se in momenti folgoranti come "La neve copre ormai tutte le piane aride" c'è una concentrazione di stili e riferimenti da perfetta ouverture.

Attraversando art-rock e psichedelia "leggera" alla Pink Floyd, hard, blues e fusion, ma anche un pop-rock melodico maturo (anche se talvolta prolisso), i RanestRane riescono a rievocare l'inquietudine e il mistero di una memorabile opera cinematografica.

http://www.ranestrane.com


(Recensione apparsa su: http://www.movimentiprog.net/modules.php?op=modload&name=Recensioni&file=view&id=3449)

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...