mercoledì 7 settembre 2011

Chi va con lo Zoppo... ascolta 'Breaking the Cycle', il nuovo album dei Marbin

Il sacro fuoco della passione, la cura del talento e una testarda forza di volontà sono il segreto dei Marbin, il duo che ha fatto tanto parlare di sè nella comunità del jazz di frontiera americano. Il sassofonista Danny Markovitch e il chitarrista Dani Rabin provengono da Israele e si sono stabilizzati a Chicago, diventando noti per i concerti nel loro loft: proprio qui Leonardo Pavkovich li ha conosciuti e ingaggiati per il secondo disco.

Dopo aver colpito Paul Wertico, batterista di Pat Metheny, i due chiamano a raccolta anche il collega Steve Rodby e un team di collaboratori per dare alla luce "Breaking the cycle". E' un ottimo secondo lp che li colloca in quell'area tra jazz-rock e progressive tanto amata dalla Moonjune e dai suoi seguaci, ma che propone anche qualche intrigante novità oltre alla consueta ampiezza delle forme, allo sviluppo imprevedibile di riff e temi, al solismo serrato.

Cosa accomuna l'infuocata opener "Loopy" e il furente blues di "Bar stomp", la suadente melodia di "Outdoor revolution" e "Claire's Indigo" e l'irresistibile mood di "Snufkin"? Indubbiamente la spiccata capacità strumentale, l'intenzione espressiva, la costruzione di atmosfere in cui una seducente matrice mediorientale viene fuori senza cliché. Inaspettata in un lp di area fusion arriva la ballata "Winds of grace", che chiude un lavoro di alto profilo, non solo per la prestazione degli ospiti.

http://www.moonjune.com

(Recensione apparsa su: http://www.movimentiprog.net/modules.php?op=modload&name=Recensioni&file=view&id=3461)

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...