martedì 25 ottobre 2011

Chi va con lo Zoppo... ascolta '2010 Live', il nuovo album di JOHN HACKETT e NICK MAGNUS!

Nick Magnus, John Hackett: che grandi musicisti. Nella storia del rock passato e presente ce ne sono tante di figure come queste, mai celebrate e tributate ma presenti nei momenti essenziali, non come compositori ma come esecutori affidabili, come solidi artefici di memorabili pagine musicali. Pensiamo alla prima e indimenticata Steve Hackett Band, a quello scorcio di anni '70 in cui il progressive andava scemando e l'ex chitarrista dei Genesis teneva duro, senza abdicare ai principi del rock di frontiera ma con un occhio attento a un linguaggio rinnovato, moderno, comunicativo.

In capolavori come "Spectral mornings" John e Nick c'erano: a distanza di una trentina d'anni, complici i The Watch con i quali si sono ritrovati sui palchi, tornano insieme per questo lavoro congiunto che fotografa alcune ottime esibizioni live. Ma il discorso fatto in apertura ha un senso balzando direttamente alla bonus track in studio: il rifacimento di "Hands of the priestess" conferma la padronanza espressiva e la raffinatezza del duo.

A riuscire bene sono anche i brani dei due, indubbiamente meno noti e tributati ma validi nella rielaborazione del 2010: pensiamo a "Double Helix" e "Sophia's song" di Nick, a "Dreamtown" e la suggestiva "Fantasy" di John, provenienti da album diversi come "Hexameron" e "Cheking out of London" per l'occasione uniti dall'arrangiamento. E "Jazz on a summer's night", "Hammer on the sand" e "Jacuzzi" scorrono sempre autorevoli e superbe. Giorgio Gabriel, chitarra dei The Watch, aggiunge un tocco di preziosismo ad alcuni pezzi, in un live per flauto e tastiere delicato e intimo.

(Recensione apparsa su: http://www.movimentiprog.net/modules.php?op=modload&name=Recensioni&file=view&id=3472)

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...