lunedì 10 ottobre 2011

Chi va con lo Zoppo... ascolta 'No ifs, ands or dogs', il nuovo album dei Cheer- Accident

Formazione tanto straordinaria quanto poco celebrata, i Cheer-Accident arrivano al loro diciassettesimo album in ormai trent'anni di carriera. Dall'esordio nel 1981, la formazione di Chicago ha inanellato una serie di dischi con un minimo comun denominatore: l'ampiezza delle forme, il marasma di riferimenti, l'insuperabile capacità di sintesi che fonde in un brano di pochi minuti Gentle Giant e Lalo Schifrin, Beach Boys e Muffins.

Anche per "No ifs, ands or dogs" i numerosi brani e la folta compagine di musicisti ruotano intorno a Thymme Jones, istrionica figura di batterista e polistrumentista, ideale fusione tra Christian Vander, Chris Cutler e Bill Bruford con notevoli doti compositive e capacità registiche. La caratteristica principale del nuovo disco è la pregnanza del frammento: i Cheer-Accident operano grosso modo nel campo del progressive ma se da un lato ci sono intemperanze avanguardistiche, dall'altro tutto è stemperato nel formato breve della canzone.

Ascoltate "Drag you down": il taglio chitarristico, l'impatto tagliente e la melodia portano in ambienti post-grunge ma l'arrangiamento, l'arrivo improvviso dei fiati, il canto un po' sornione e l'andatura ritmica vanno in direzione assai diversa. Se è vero che l'album presenta molti episodi accessibili (es. "Barely breathing" e il pop di "Cynical girl"), l'apocalittico jazz-rock da camera di "Trial of error" e "This is the new that" confermano l'adesione alla scuderia Cuneiform, anche se sono proprio i primi brani ad avere un quid in più. "Sleep", in pieno clima crimsoniano, è tra i momenti più gradevoli, "Life in Pollyanna" e "Death by Pollyanna" risuscitano le polifonie articolate tanto care ai fratelli Shulman con un bel drive rock.

Un ottimo disco, nato da una buona folgorazione creativa, viziato solo da qualche momento di autoindulgenza e di forzata complessità.

http://www.cheer-accident.com

(Recensione apparsa su: http://www.movimentiprog.net/modules.php?op=modload&name=Recensioni&file=view&id=3465

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...