venerdì 13 gennaio 2012

Chi va con lo Zoppo... legge MOLECOLE n. 16: 'Cazzo ne sapete voi del rock and roll' degli Amelie Tritesse

Amori, umori e dolori di provincia. Un luogo dell'animo, una condizione dello spirito più che una mera collocazione geografica. La provincia è il trampolino di lancio dal quale prendono il volo gli abissi più merdosi dell'essere umano, da Twin Peaks alla Teramo raccontata dagli Amelie Tritesse, devoti di Gun Club e Jeffrey Lee Pierce, animati da una religiosità pagana fatta di rock scostumato e auto gonfie di musica.

Le ritualità della provincia, i condizionamenti di un ambiente in cui ci si conosce tutti e ci si vede ovunque, dalle piazze fisiche agli agorà virtuali, diventano il microcosmo che ha ispirato i racconti di Manuel Graziani. Un reading rock costruito intorno all'elettrica interpretazione autentica della band, che ipotizza un aggiornamento dei Massimo Volume in chiave garage, post punk e dark. Cazzo ne sapete voi del rock and roll potrebbe essere un frizzante bildungsroman se non ci fosse quel centro di gravità rock che traina un linguaggio greve e bukowskiano, gravido di ricordi ma non di speranze.

Racconti-schegge che narrano scoperte, fughe e ascolti, iniziazioni e penombre di una vita condotta dietro le quinte, tra una rete che offre possibilità impossibili fino a qualche anno fa e una rete di sguardi, stereotipi e pregiudizi che logora fino ad uccidere. Un esperimento espressivo come pochi, liberatorio, tra poesia di strada e rock pungente, con illustrazioni di Fabrizio Pluc Di Nicola.

1 commento:

Manuel ha detto...

grazie mille, Donato... troppo buono!
Noi si fa quel che si può...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...