giovedì 26 gennaio 2012

Chi va con lo Zoppo... legge MOLECOLE n. 19: 'Manziluna', il nuovo album dei Manziluna

Quanto fascino c'è nella "controra" recentemente cantata e musicata da Umberto Palazzo. Dimensione fisica e spirituale del tutto meridionale, quel gioco di ombre sonnolente, languori e leggeri sbadigli è rievocato con classe e coinvolgimento dai Manziluna.

Quartetto di jazz elettrico completamente aperto agli influssi che possono arrivare dal medioriente (Manziluna in arabo significa "nostra casa"), la formazione siciliana lavora agevolmente sul sincretismo musicale e culturale, offrendo una tavolozza policromatica mai troppo sgargiante, accostandosi idealmente al lavoro dei migliori Indaco.

La scelta di fare a meno di un basso e muoversi con due chitarre (nervose ed elettriche in Scherzo in tre e Arabiz, suadenti in Manziluna),  di sviluppare temi e melodie articolate (Via Castro e Tziganski tanz), premia ampiamente il quartetto, che riesce nell'articolazione di un repertorio folk-jazz originale ed espressivo, finalmente lontano dall'oleografia alla Metheny/Oregon che condiziona centinaia di colleghi.

http://www.myspace.com/manziluna

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...