mercoledì 2 maggio 2012

Chi va con lo Zoppo... non perde Jano Quartet con Luca Aquino

JANO QUARTET feat. LUCA AQUINO
 
Anteprima live dei brani del nuovo album DISTANTE
 
 
4 MAGGIO 2012
COTTON CLUB – ASCOLI PICENO
 
 
5 MAGGIO 2012
MUSIC INN – ROMA
 
 
 
Lo Jano Quartet presenta in anteprima dal vivo ad Ascoli Piceno e a Roma i brani appena registrati che faranno parte del secondo  album “Distante”, la cui uscita è prevista per l’estate 2012
Il disco è stato realizzato avvalendosi della preziosa collaborazione di Luca Aquino alla tromba, flicorno e agli effetti elettronici.
La formazione è composta da Gianluca Caporale (sax ten./sopr., clarinetto), Emiliano D’Auria (piano, rhodes, electronics), Amin Zarrinchang (contrabbasso), Alex Paolini (batteria, electronics) con la featuring di Luca Aquino (electronics, trumpet).
Dai dieci brani originali contenuti nell’album emerge un jazz elettroacustico e modernamente “atmosferico”.
L’utilizzo dell’elettronica, l’impianto delle composizioni, la scelta dei suoni, è tutto orientato a creare spazi e diversi piani sonori, a creare ambienti e aprire orizzonti.
Grooves, ostinati, idee melodiche e ritmiche, improvvisazioni e sovrapposizioni elettroniche, tappeti e silenzi pensati per dar una forte connotazione onirica e cinematica dalle ampie vedute e dagli spazi distesi, caratterizzano il progetto in cui il linguaggio jazz è un punto di partenza e non una mera gabbia accademica.
Un viaggio musicale in cui vengono percorse nuove strade con spirito di ricerca, non avendo timore di abbandonare schemi e riferimenti, valutando il rischio di entrare in ambiti musicali non puramente etichettabili e lontani da cliché.
L’equilibrio di ruoli e il lirismo diffuso si colorano di timbri suggestivi.
Il risultato è sospeso con misura tra nebbie di paesaggi incontaminati e sottili brividi da allucinazione metropolitana in cui le folate d’inquietudine, di attesa, di sospensione psichedelica, interagiscono per creare un sound disteso come le correnti d’alta quota, “distanti”, appunto, anche da accademismi e mode.
 
Nella scaletta del concerto non mancheranno i brani più significativi del primo album “Naked Things”, uscito nel 2010 e che ha ricevuto consensi positivi ed ha iniziato a far conoscere la formazione marchigiana.
 
 
Biografie
 
Gianluca Caporale
E' nato a Teramo il 20/10/1974. Si è brillantemente diplomato in clarinetto con il massimo dei voti presso il Conservatorio di musica “A.Casella” sotto la guida del M° Piero Iacobelli.
Successivamente ha conseguito i diplomi di sassofono presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari e di musica jazz presso il Conservatorio “A. Casella” de L’Aquila.
Ha partecipato al seminario di improvvisazione e musica d’insieme tenuto dal M° Javier Girotto nell’ambito dell’Interamnia Jazz Festival 1998. Nel mese di agosto del 1999 partecipa al seminario di pianoforte e trio jazz tenuto dal M° Michel Camilo.
Ha seguito inoltre i corsi musicali di Siena jazz che gli hanno permesso di studiare e suonare al fianco di jazzisti di chiara fama quali: Paolo Fresu, Enrico Rava, Marco Tamburini, Stefano Cantini, Danilo Rea, Emanuele Cisi, Ettore Fioravanti, Paolino dalla Porta, Tommaso Lama, Enzo Pietropaoli, Mauro Negri, Pietro Tonolo, Luigi Tessarolo, Flavio Boltro, Mauro Beggio, Riccardo Fassi e Enrico Pierannunzi.
La sua attività concertistica è indirizzata prevalentemente in ambito jazzistico. Ha partecipato a  festival importanti come “Pescara Jazz”, “Vasto Jazz”, “Roccella Ionica”, “Barga Jazz”, “Bussi Jazz” (AQ), “Fano Jazz”, “Gubbio Jazz”, “Vicenza Jazz”, “Summer Jazz’n Forte Dei Marmi”, “Suoni Mediterranei Atri” (TE), “Jazz a Bellante” (TE), “Ripatransone Jazz” (AP), “Pomigliano Jazz” (NA), “Pinocchio Jazz Festival” (FI), “ La Palma ”(RM), “Interamnia Jazz Festival” (TE), “Julia Jazz” Giulianova (TE), suonando in diverse formazioni jazzistiche e collaborando con artisti come Irio De Paula, Bob Mintzer, Massimo Manzi, Massimo Morriconi, Hiram Bulloch, Peter Erskine, Dario Deidda, Ellade Bandini, Fabrizio Bosso, Daniele Scannapieco, Gianni Coscia, Cristian Meyer, Glauco Di Sabatino, Paolo Di Sabatino, Marco Siniscalco, Pippo Matino, Rosario Giuliani, Lorenzo Tucci, Pietro Ciancaglini, Dee Dee Bridgwater, Luca Bulgarelli, Marcello Di Leonardo, Maurizio Rolli, Bob Sheppard, Gino Vannelli, Bob Franceschini, Roberto Rossi, Fabio Zeppetella, Maurizio Giammarco, Mike Stern, Gianluca Petrella, Stefano “Cocco” Cantini, Josè Fioravanti e Achille Succi.
Nel 2000 viene invitato a suonare nel “drum clinic” e si esibice in concerto con il “Carl Palmer Quartet” presso il Teatro comunale di Atri. E’ solista dell’ Italian Big Band diretta dal M° Marco Renzi con  tale formazione partecipa a diverse trasmissioni televisive e radiofoniche in Rai collaborando con artisti quali: Renzo Arbore, Lino Banfi, Ric & Gian, Luisa Corna, Fausto Leali, Fabio Concato,  Minni Minoprio, Luca Carboni, Serena Autieri, Jenny B, Ron…
Ha tenuto una serie di concerti sia in Italia che all’estero con l’Italian Big Band riscontrando un ottimo successo di critica. Nel 2006 suona nell'orchestra della RAI diretta da Emanuele Friello nella trasmissione televisiva di RAIUNO “Notti sul ghiaccio” presentata da Milly Carlucci. Nel marzo 2009 si esibisce con Gino Vannelli al “Breach Brew” di San Benedetto (AP).
Ha al suo attivo l’incisione di 18 dischi.
Dal 2003 collabora ai corsi di laboratorio di musica moderna di Barisciano (AQ) in qualità di docente di Sassofono jazz. Nel 2005 viene incaricato dall’Università di Teramo di occuparsi della preparazione della sezione di fiati della “Brass Band Ateneo”. E’ docente di sassofono, di clarinetto e di musica jazz presso diverse scuole private dal 1998.
 
 
Emiliano D’Auria
Emiliano D’Auria è nato ad Ascoli Piceno il 30 Giugno 1974.
All’età di 11 anni inizia gli studi del Pianoforte nell’Istituto Musicale Gaspare Spontini di Ascoli Piceno.
I suoi studi umanistici, si laurea nel 1999 in Scienze della Comunicazione, lo portano a Roma dove nel 1997 inizia lo studio del piano jazz e dell’armonia con i maestri Stefano Sabatini, Michel Audissò, Massimo Fedeli, Andrea Beneventano.
Dal 2000 si occupa di editoria all’interno dell’azienda D’Auria Printing S.pA.
Nel 2002 si iscrive alla S.I.A.E e inizia a depositare proprie composizioni.
Nel 2003, sotto la guida del M° Toni Fidanza, approfondisce l’armonia jazz, studiando presso il conservatorio di Teramo.
Nel 2007 frequenta con ottimi risultati i corsi di jazz e arrangiamento presso la Saint Louis School of Music di Roma, approfondendo l’armonia jazz con il M° Pierpaolo Principato. Fonda nello stesso anno l’Emiliano D’Auria Jazz Quartet con Gianluca Caporale (saxes), Amin Zarrinchang (c.basso), Alex Paolini (drums) formazione con la quale si esibisce in vari jazz club s italiani.
Il passato da dj, la passione per la musica elettronica e le varie contaminazioni da essa generata lo conducono, sempre con la stessa formazione a lavorare al progetto Reportages Elettroacustici dello Jano Quartet, progetto che vede uscire nel Maggio del 2010 l’album d’esordio “Naked Things”, autoprodotto, e nel Gennaio 2012 “Distante”, album realizzato avvalendosi della collaborazione del trombettista beneventano Luca Aquino.
Vari i concerti in importanti Festival italiani (Castelbasso Festival, Alba Jazz, Cotton Jazz Club…) e importanti le collaborazioni con Luca Aquino e Dino Rubino che affiancano il lavoro dello Jano Quartet.
Con la stessa formazione lavora coniugando il linguaggio musicale con quello visivo e lavorando alla produzione di colonne sonore per documentari.
 
Amin Zarrinchang
Divide equamente le sue attività nell’ambito del jazz e della musica classica (è infatti  Primo Contrabbasso dell’ “Orchestra Giovanile Luigi Cherubini” del Maestro Riccardo Muti, e primo contrabbasso dell’orchestra  Sinfonica di Pescara.
Restando in ambito Jazz, nel 1997 e nel 1999 partecipa alle Clinics del Berklee College of Boston ad UmbriaJazz sia come contrabbassista che come bassista elettrico, dove studia con Bruce Gertz, Greg Hopkins e Ron Savage.
Nel '98 partecipa al corso semestrale "Fare Jazz" del Maestro Tomaso Lama.
Studia privatamente per diversi anni col M^ Ramberto Ciammarughi, approfondendo l’improvvisazione e la musica d'insieme.
Partecipa ai Corsi di Alta Qualificazione Professionale per Trio dell' Accademia SienaJazz tenuti dal trio "Battaglia – Dalla Porta - Sferra" nel periodo ottobre2001 – giugno2003 , nei quali viene selezionato da Stefano Battaglia per il "Laboratorio di Ricerca Musicale Permanente" dell'Accademia SienaJazz che ha frequentato negli anni 2003-04 e 2004-05, e che riprende dall’ottobre 2007 fino al giugno 2008.
Ha frequentato nel 2004-2005 alla scuola di Musica “B.Padovano” di Senigallia il corso di Arrangiamento e Composizione jazz del M° Bruno Tommaso.
In campo jazzistico ha suonato dal vivo in diversi festival nazionali con:
Steve Grossman, Micheal Rosen, Pietro Tonolo, Stefano Battaglia Theatrum Trio, Sid Jacobs, Mike Applebaum,  Renato Sellani, Andy Gravish, Massimo Manzi, Robert Bonisolo, Dave Ohm, Georgia Mancio, Nico Gori, Claudio Filippini, Israel Varela,  Daniel Martinez, Luca Pecchia, Emilio Marinelli, Samuele Garofoli, Massimo Morganti, Simone Lamaida, Gianluca Caporale, Roberto Desiderio, James Thompson, e molti altri;
Ha accompagnato agli Incontri Internazionali di Poesia tenutisi a Pistoia nel giugno 2005 Amiri Baraka (Leroy Jones), e ha accompagnato in diverse occasioni (alla BCT di Terni, al Teatro Vespasiano di Rieti etc..) il poeta americano Jack Hirschman.
Ha inciso per la casa discografica “COMAR23” il disco “Ricercare“ di musiche originali col quartetto jazz Collazzoni – Colussi - Morpurgo- Zarrinchang, con ospiti Pietro Tonolo e Andy Gravish.
Ha inciso il disco “Waiting” col Qube Quartet del quale e’ co-leader, in uscita in autunno.
Ha inciso il disco dal titolo “Naked Things” con lo Jano Quartet e recentemente, sempre con lo Jano Quartet “Distante”.
Nel campo della musica leggera ha collaborato -tra i tanti-  per i live con il noto cantante Piero Mazzochetti ( 3’ posto al Festival di Sanremo 2007, sezione Big) e il gruppo poprock MadreBlu.
Ha inciso per il Dj MickyMore l’ EP “Straight to the Moon" uscito con l’etichetta inglese “Peng”.
Ha svolto intenso lavoro di turnista in diversi studi di registrazione.
Ha svolto attività d’insegnamento presso la Scuola di Musica Comunale dell’Associazione “Artemusica” di Falconara, e presso la Scuola Comunale di Musica di Orte (RM).
 
 
Alex Paolini
Ereditata la passione dal padre, si avvicina alla batteria già all’età di sei anni. Dopo i primi studi da autodidatta riesce ad ottenere il primo ingaggio musicale grazie ad uno spettacolo scolastico dando inizio ad una serie di collaborazioni con diversi gruppi Rock e Pop/Rock (Contrasto, Jammin Band, I.S.I. idee sonore italiane, South Side Trio ecc) con i quali, dai tredici anni in poi, realizzerà svariate serate nei club abruzzesi e marchigiani e diverse partecipazioni a manifestazioni e concorsi di livello nazionale.
Dalla fine degli anni novanta inizia la sua collaborazione con i jazzisti teramani, collaborazioni principalmente legata alla musica live.
Nello stesso periodo esce con un DVD dedicato alla COCKTAIL DRUM, strumento con il quale realizzerà un trio denominato THE COCKTAIL TRIO.
Congiuntamente all’attività di musicista nel 1998 inizia la sua collaborazione con la casa costruttrice di batterie TAMBURO (per la PROEL spa), collaborazione che lo vede impegnato sia dal punto di vista tecnico e sia da quello artistico. Importante in questo periodo per la sua formazione, l’incontro con tutti i più importanti batteristi dello scenario internazionale e la partecipazione annuale agli appuntamenti fieristici (DISMA MUSIC SHOW di Rimini e il Musikmesse di Francoforte)
Dal 2003 intensifica la sua attività di musicista collaborando con diverse formazioni jazzistiche e parallelamente inizia una collaborazione professionale con la rivista nazionale BATTERIA & PERCUSSIONI, per la quale curerà sia una rubrica da lui creata intitolata “INSIDE THE DRUM” (rubrica dedicata alla batteria a 360°) e sia vari articoli e risposte tecniche ai lettori.
Nello stesso anno inizia anche la sua attività d’insegnante. Diventa per il corso di batteria un docente ufficiale della metodologia YAMAHA.
Oggi la sua attività didattica si svolge presso due importanti scuole private, FARE MUSIKA di Teramo e la Scuola di musica GIOCONDI di San Benedetto del Tronto. Da tre anni, collabora con la scuola Media Inferiore del comune di Alba Adriatica (TE), dove è docente della classe di percussioni dell’orchestra giovanile e dell’orchestra stabile nonché fondatore e docente responsabile e compositore dell’ALBA ADRIATICA DRUM CORPS, orchestra formata da soli tamburi nelle diverse tipologie. Nel 2011 è iniziata la sua attività relativa al Drum Corps anche per la scuola media inferiore della città di Teramo.
Tra gli ultimi impegni didattici ricordiamo la partecipazione come docente di batteria al seminario tenuto nel mese di luglio 2010 per il Festival JULIA JAZZ di Giulianova (TE)
Per ciò che riguarda la sua ultima produzione discografica ricordiamo “LIGHTING “con il Massimo Di Matteo Group uscito nel gennaio 2009 (per la T&C ) e “Naked Things” (per la Heristal) con il JANO QUARTET (sua formazione principale) uscito nel gennaio 2011. Attualmente è impegnato nel progetto discografico di prossima uscita “IVAN IN JAZZ”, progetto dedicato a Ivan Graziani e alla realizzazione del secondo disco dello JANO QUARTET.
 
 
 

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...