lunedì 14 maggio 2012

Chi va con lo Zoppo... sostiene i finalisti di Destinazione Neapolis 2012

In collaborazione con Freak Out Magazine la sedicesima edizione del contest dedicato ai musicisti emergenti.

ecco i finalisti di Destinazione Neapolis 2012
chi farà parte della line-up ufficiale del festival?



Il 17 e il 24 maggio gli otto gruppi selezionati (quattro band a sera) suoneranno dal vivo davanti una giuria di qualità (costituita da giornalisti) che selezionerà due band a sera, proclamate direttamente vincitrici.
La giuria è copmosta da:
Luigi Ferraro (Campaniarock.it) - Alfonso Tramontano Guerritore (quotidiano La Città) - Alfredo Capuano (Newmediapress) - Pierpaolo Fasano (Unis@und webradio) - Kei Alfano (Freak Out magazine), Vincenzo Argenziano (Zer081), Sigfrido Caccese (Neapolis).

Il programma è il seguente:

GIOVEDI 17 MAGGIO – M.A.R.T.E @ Cava de Tirreni (Sa)
inizio ore 21.00 - ingresso libero
live con
Fabryka, Le Furie, Radio In Technicolor, Rescue


GIOVEDI 24 MAGGIO – Campus Univerità di Fisciano (Salerno)
inizio ore 21.00 - ingresso libero
live con
Bufalo Kill, the Burlesque, Jarman, Micro B
special guest

Retina.itIl progetto Retina.it è Lino Monaco e Nicola Buono.
Dalle ceneri dei Qmen (con il dj Rino Cerrone) prende vita il progetto Retina.it . A tre anni dall'uscita dell'album
"Semeion", Retina.it torna alla ribalta con la pubblicazione di "Randomicon" (Storung Records), frutto di un
imponente lavoro di sperimentazione su synth modulari in gran parte autocostruiti da Nicola Buono.
La musica del duo di Pompei incanta da subito la Hefty Records di Chicago, che decide di pubblicare il loro LP
d'esordio "Volcano.Waves 1-8" (2001); seguono alcuni 12inch ed un EP.
Il duo incontra Marco Messina (99 Posse), ed insieme danno vita nel 2003 ad una propria label, Mousikelab, che pubblica nello stesso 2003 "Opinio Omnium", primo lavoro dei Resina, sintesi dei nomi Retina.it - Messina, nonche' nome di una delle piu' antiche localita' campane. Il 2004 invece è l'anno della pubblicazione del loro secondo album "S/t" sempre su Mousikelab, e nel novembre dello stesso anno il duo si reca negli USA per un minitour Hefty con TelefonTelAviv e L'Altra. Nel Luglio del 2005 i Resina, aprono il concerto dei Kraftwerk al Neapolis Nell'aprile del 2006 partecipano ad uno degli eventi per celebrare il decennale della Hefty Records a Berlino , insieme a T.Raumshmiere, Slicker, Eliot Lipp.
Per l'occasione Hefty pubblica 3 cds dal titolo "History Is Bunk Vol.1+2" e "10 Years Hefty Digest" , con ospiti quali
R.Sakamoto, H.Hosono, Jan Jelinek, Prefuse 73, J.Edgar e Retina.it , che contribuisce al progetto con "Anticamera Dei
Dubbi", un brano inedito, "Agni" tratto da Volcano Waves e "Machinaw Peeper Division" , traccia composta con Slicker
e Sts9 . In maggio dello stesso anno la prima pubblicazione di un mini ep disponibile solo in download digitale via iTunes e
l'invito da parte di Hefty Records a partecipare allo showcase dell'etichetta in occasione della 13™ edizione del Sonar
Festival 2006. Tra il 2009 ed il 2010 il duo e' invitato a collaborare con la classe del conservatorio di Avellino.
http://www.retinait.com
http://www.myspace.com/retinait
http://www.youtube.com/watch?v=WWepxaUKmVI
http://www.youtube.com/watch?v=XqshDc6WvbA

mini bio delle band finaliste:

Fabryka: un laboratorio musicale dall’attitudine indie pop, dalle esperienze elettroniche e le ambizioni internazionali. La band barese, trova nuovo assetto e dimensione live nella formazione che vede Tiziana Felle alla voce, Stefano Milella alla batteria acustica/elettronica, Raffaele Stellacci al pianoforte e synth, Agostino Scaranello al basso e chitarra baritona, ed Alessandro Semisa alla chitarra elettrica. Sperimentare è il minimo comune denominatore.
www.wearefabryka.com

Le Furie: la band è l'evoluzione di un differente progetto nato a Firenze nel 2004.
Il nome fa riferimento alla mitologia romana: le furie erano le personificazioni femminili della vendetta. Il loro compito era quello di vendicare i delitti, soprattutto quelli compiuti contro la propria famiglia, torturando l'assassino fino a farlo impazzireL'  album d’esordio si intitola “Andrà Tutto Bene” è uscito il 16 aprile 2012 e prodotto da Taketo Gohara, ed è stato registrato quasi tutto in presa diretta alle Officine Meccaniche a Milano nel gennaio 2011.
www.lefurie.com/

Radio In Technicolor: nella nascosta e dimenticata campagna di Seliano (Sa), il tempo sembra essersi fermato a molti anni fa, come immortalato in una foto in bianco e nero. I Radio in Technicolor nascono in questo luogo dove regna il silenzio e la tranquillità ed è proprio dal silenzio e dalla tranquillità che la band genera quel ritmo che contraddistingue il suo sound indie-beat. E’ dal giugno 2010 che i Radio in tecnhicolor, si riuniscono per provare in un capannone lì abbandonato divenuto orami una vera e propria fabbrica di canzoni. Chitarre, basso, batteria e synth gli strumenti utilizzati per le loro canzoni. La Band ha registrato il suo primo EP “Seliano” a Firenze lo scorso Marzo 2011.
www.radiointechnicolor.com

Rescue: una sottile voce, che sussurra nell’orecchio. Rescue è un mondo, dove io, tu, e chiunque lo voglia, si può sentire a proprio agio. Rescue sono canzoni, in primo luogo, ed un musicista, dopo.
Rescue è il significato e l’obiettivo della musica, secondo Vincenzo Di Sarno (lui è Rescue).
Attraverso melodie delicate e vibranti, le parole di Rescue sono un fiume in piena: un fiume lungo e
Rescue  è al primo EP. Ha scritto musica per anni, ed ha accumulato una grande quantità di canzoni, che ora sono pronte per essere organizzate e pubblicate. Vincenzo sta ora lavorando alla realizzazione del suo primo EP, prodotto da Operà Music, con produzione artistica e arrangiamenti di Alessandro Ciani e se stesso. 
www.facebook.com/pages/Rescue/231980563553273

Bufalo Kill: I bufali hanno carni poco pregiate, non producono latte e se non vengono ammazzati da piccoli possono imparare a suonare il Blues. Nati nel 2010 in provincia di Caserta nota in passato come TERRA DI
LAVORO e che oggi tutti conoscono col nome di GOMORRA. Il calore e l'energia, il sangue e la violenza che hanno contraddistinto questa terra negli ultimi anni, sono gli elementi che hanno ispirato questo progetto. Blues, Punk e Psichedelia le matrici del suono dei BK.
Tutti e tre provengono da esperienze musicali diverse ma hanno una cosa in comune: ricercano l'essenziale, non amano il superfluo. Due chitarre e una batteria per il loro punk blues. Il primo disco ELECTRIC MUUH, un omaggio a Muddy Waters,  è stato registrato a Roma da Frabrizio Bacherini già a lavoro con i Bud Spencer Blues Explosion, presso il Penguin Studio di Andrea Leuzzi il cantante e compositore degli Ottoohm e successivamente masterizzato da Brian Lucey (Black Keys) al Magic Garden Mastering -OH- USA
www.bufalokill.com

The Burlesque: è un progetto artistico nato nel 2010 composto attualmente  da Fabio Atteo (Voce e chitarre), Dario Menna (Basso) Giuseppe Casciano (Batteria).
Una band nata con l'obiettivo di scrivere  canzoni all'insegna della sobrietà e del buon gusto nell'ambito di quello che possiamo chiamare ''indie-rock''.
Sound energetico e influenze ''british'', i Burlesque  presentarano il loro primo EP  ''I Was I Am I Will'' agli inizi di Dicembre 2011, una piccola raccolta di 6 brani che immerge le orecchie dell'ascoltatore in atmosfere britanniche e parodistiche , dove ciò che sembra in realtà è, senza uso di "fronzoli".
www.facebook.com/TheBurlesqueBand

Jarman: nati a Roma la fine del 2009 hanno cominciato a lavorare su un proprio percorso strumentale nell’ambito più propriamente post-rock cercando di adattare le loro esperienze recenti al recupero dell’attidudine spigolosa di Van Pelt, Vitreous Humour o alle esplosioni più tirate dei Motorpsycho o Pelican. Con l’ingresso di Alessia (già nei Shadow line) nel maggio del 2010 i quattro hanno cominciato a curare un’attività live più intensa supportata sempre da una curata rappresentazione di visuals curata da Alessandro Giordani, uno dei due chitarristi e strettamente in tema con le ambientazioni oniriche, ma d’impatto della band. I quattro si sono già spinti in giro per l’Italia di supporto a Fuzz Orchestra, Valerian SWING, Modotti. Bioluminiscence è stata scelta come canzone per la sigla de L’altra metà del Crimene, programma in prima serata su La7.
jarman.bandcamp.com/

Micro B: sono una band indie rock di un paese sperduto del casertano. Nascono grazie all’incontro tra Daniele Ruotolo (voce e chitarra) e Raffaele d'Addio (batteria) che dopo aver fatto parte insieme di altre band (Hush, Rujia) decidono che sia arrivato il momento di fare qualcosa di proprio. Entrano subito a far parte del gruppo Diego Iuliucci al basso e Vincenzo "Bissio" Basilicata alla chitarra. Qualche anno più tardi Corrado Ruotolo subentra a Diego. I Micro b sono immediati, semplici, d’impatto, ironici. Quando sono sul palco è una festa, non si può fare a meno di ballare. Un misto di rock, grunge, con tanto indie e qualche vena punk. Sporchi e ruvidi ma allo stesso tempo raffinati e romantici. Nei testi si parla di omologazione generazionale, di soldi che comprano le coscienze, dei sentimenti finti che vengono fuori come da un juke box, inserisci la monetina e sei solidale, triste o contento. Ma anche e soprattutto di amore, che ci rende ciò che siamo.
www.microbmusic.com


Le quattro band vincitrici delle due serate saranno ufficialmente inserite nel programma del Neapolis Festival 2012.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...