lunedì 8 dicembre 2014

Chi va con lo Zoppo... ascolta 'Brossaklitt', il nuovo disco dei Poil

Sprofondiamo nell'artwork. Questa sorta di grande tela che compone il libretto del cd, un paesaggio mutante tra Grosz, Guarnaccia e Cal Schenkel con donne lascive, peni dappertutto, accoppiamenti bastardi, uomini lupo e Tanit dalle cento mammelle, la dice lunga sul magma sonoro che i Poil scaraventano sull'ascoltatore. Si tratta di un trio alla ELP, tastiere-basso-batteria, ma di grandiosità sinfoniche e piroette virtuosistiche c'è ben poco: "Brossaklitt" è un lavoro ibrido e scoppiettante che unisce generi alti e bassi tra torsioni soniche e tanta trasgressione, portando in casa AltrOck la falsariga di un predecessore assai apprezzato ("Dins o Cuol" del 2011, distribuito dalla stessa label di Marinone). 

La colonna vertebrale del disco si regge su tre momenti-chiave: chiamarle suite è scorretto e la propensione alla free form si nota tutta, "Fionosphere", "Patachoi" e il terremoto di "Pikiwa" sono il manifesto di una vena compositiva visionaria e allucinata, che prende dal punk lo scatto rabbioso e serrato, dal progressive la deviazione sorprendente, da Zappa lo spirito non convenzionale, tra il rabbioso e il sarcastico. La prima del trittico è un'oasi in cui emergono ragnatele elettriche crimsoniane e quella sensazione di apocalissi imminente - accentuata anche dai vocalizzi e dal linguaggio fonosimbolico - tanto cara ai connazionali Magma. 

Per essere un progetto che si regge sull'unione di disparati elementi, Poil non lesina riferimenti e connessioni, ad esempio ai Chrome Hoof (vedi "Mao"), creatura di casa Cuneiform alla quale, a mio avviso, il trio francese guarda con attenzione. La principale qualità dei tre è il saper proporre in modo ipercinetico una sequela di cellule impazzite, tra le quali spiccano dei frammenti titanici, un po' nello stile Mr. Bungle ma ricordando anche Nippon Eldorado, l'esperimento japan-rock dei Sonata Islands. 

Un disco tanto inebriante nella fantasia quanto nevrotico e complicato, frutto di un trio affiatato e solo a tratti confusionario.


Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...