giovedì 22 gennaio 2015

Chi va con lo Zoppo... non perde Waterface. Neil Young e gli anni della trilogia oscura

Waterface
Neil Young, gli anni della trilogia oscura

Recital musicale scritto, prodotto e diretto da 
Marco Grompi, Pasquale De Fina e Pier Angelo Cantù

 Parole e musica di Neil Young

Attuali date:

Venerdì 17 aprile 2015 – Agrate Brianza (MB), Teatro Duse – 20.45  -  € 10.00
Info e prevendite Ecce Promo federica@eccepromo.it - 347 1257642

Domenica 19 aprile 2015 – Rimini, Teatro degli Atti – 20.45   - € 15.00
Info e prevendite Smiting Festival smitingfestival@gmail.com - tel 329 0909716

“Waterface: The face made, especially by a bar patron, when they ask for a water as opposed to an alcoholic beverage. This face is made to let the bartender know that you feel bad about asking for something you don't expect to be paying for”.


Waterface è uno spettacolo narrativo musicale che ripercorre, partendo da tre album fondamentali nella storia di Neil Young (Time Fades Away, Tonight's The Night e On The Beach), un periodo complicato e controverso che si protrarrà per circa due anni e che, per diversi motivi, lascerà un segno profondo nella carriera del rocker canadese, mutando completamente l’immagine stereotipata del cantautore presso il pubblico.

La storia ha inizio all’indomani del grande successo mondiale ottenuto con Harvest (1972) e termina con la pubblicazione di Zuma (1975), passando attraverso crisi personali e artistiche, traumi e lutti. Per Neil Young è un’altalena di eventi, dai milioni di dischi venduti, l'acquisto di un ranch, il matrimonio con un’attrice famosa e l'arrivo del primo figlio, passando per la morte per droga di amici vicinissimi, i problematici rapporti con le varie band che si susseguono al suo fianco (dai Crazy Horse a Crosby, Stills, Nash & Young), le tournée catastrofiche e l’apparente incomunicabilità con un pubblico spesso ostile. Su tutto, aleggia l’inquietudine e la voglia di cambiare per contrastare il rischio di rimanere intrappolato nei meccanismi del successo e dello star system. 

"Potrei anche fare il seguito perfetto di Harvest. Lo so, sarebbe un successo, ma sarebbe anche qualcosa che tutti si aspettano; tutti penserebbero di capirmi e di inquadrarmi per ciò che sono, ma io mi chiuderei in un angolo da solo. Vedete, io non sono affatto quel cantautore solitario e triste con la chitarra, non sono più così. Non voglio che vi aspettiate da me sempre le stesse cose. Non ho bisogno della fama, del successo, delle camicie di flanella a quadri, e di tutto il resto... Il sogno hippie è finito da un pezzo… rendetevene conto. Preferisco continuare a cambiare e lasciarvi indietro nel cammino… se questo è il prezzo da pagare, lo pagherò. Non me ne frega niente se siete cento o cento milioni là fuori. Non fa alcuna differenza. Sono convinto che ciò che faccio e ciò che vende sono due cose completamente separate. Se s'incontrano è solo per una pura, indecifrabile, coincidenza" (Neil Young/Waterface, 1975).

Sullo sfondo di un’America lacerata da conflitti sociali (la guerra in Vietnam, Nixon e lo scandalo Watergate, il processo alla Family di Charles Manson, il dilagare delle droghe pesanti), si dipana un racconto fatto di parole, musica e immagini sulla fine del sogno hippie e sulla difficile conquista di una libertà artistica e di una nuova consapevolezza. Il tutto narrato in prima persona dal protagonista, Waterface (vero e proprio alter ego del cantautore nonchè pseudonimo da egli stesso adottato in questo periodo), e dalle sue canzoni, tra le più intense e meno frequentate dell’immenso repertorio di Neil Young.

Waterface Band:

Pier Angelo Cantù - ‘Waterface’: voce narrante, chitarra
Marco Grompi (Rusties): voce, chitarre
Pasquale De Fina (Volwo, Atleticodefina): voce, chitarre
Andrea ‘Briegel’ Filipazzi (Ritmo Tribale, NoGuru): basso
Alex Marcheschi (Ritmo Tribale, NoGuru): batteria


----------------------------------
Info e booking: 333 9880094
pierangelo.cantu@lateforthesky.org
www.facebook.com/recitalwaterface

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...