giovedì 15 ottobre 2015

Chi va con lo Zoppo... legge 'Pensieri Stupendi', il nuovo libro di Lucio Lazzaruolo

Il nuovo libro del musicista campano raccoglie centinaia di battute su politica, costume e attualità lanciate su Facebook. Copertina di Riccardo Mannelli, prefazione di Giovanna Iorio, prima presentazione a Roma il 31 ottobre
Pensieri Stupendi: finalmente su carta le freddure di Lucio Lazzaruolo



LUCIO LAZZARUOLO
Pensieri Stupendi
 - Pensieri beffardi su politica, attualità, sport e media -

Edizioni Progetto Cultura
190 pagine, 15 euro

 
 
«Renzi: "Nostalgia dell'Ulivo? Persi venti anni". 
Ci si poteva alleare subito con Berlusconi».
"Questa è una delle battute più emblematiche del mio libro Pensieri Stupendiche immagino come una sorta di “sfogatoio”rispetto a una situazione che rimane grave, ma non seria. In fondo noi italiani siamo sempre gli stessi. Un popolo dalle grandi qualità, ma anche con difetti notevoli. E siamo gente piena di contraddizioni. Adoriamo il cosiddetto uomo forte al comando, ma solo, in realtà, se ci consente di fare meglio i nostri affari (leciti o meno che siano). Gli ultimi venti anni temo siano stati solo un antipasto per quello che ci aspetta". Pensieri Stupendi - Pensieri beffardi su politica, attualità, sport e media, pubblicato da Edizioni Progetto Cultura, è l'esordio letterario di Lucio Lazzaruolo, il musicista campano che ha raccolto nel suo primo libro centinaia di freddure pubblicate su Facebook e spesso rilanciate da Spinoza.it e il Fatto Quotidiano

Musicista e docente, Lucio Lazzaruolo è una delle figure di riferimento per il progressive-rock italiano con la longeva band del Notturno Concertante, di cui è stato fondatore nel 1984. Chitarrista e tastierista, ha pubblicato sei album con il Notturno Concertante e due lavori solisti per chitarra classica. Pensieri Stupendi è il suo debutto come autore ed è una raccolta - divisa per argomenti, personalità, prodezze e scandali... - di pensieri al vetriolo, riflessioni agrodolci e commenti tragicomici sull'ultimo ventennio italiano, con la prefazione della scrittrice Giovanna IorioNon poteva mancare la copertina di Riccardo Mannelli (Cuore, Il Male, Linus, Il Fatto Quotidiano etc.), storico disegnatore che nel 1993 aveva realizzato la copertina di Erewhon del Notturno Concertante: "La cosa che mi piace di più di Mannelli è la capacità di cogliere l’essenza delle persone che ritrae, non solo di quelle famose. Alcuni suoi lavori, secondo me, sono meglio di un editoriale perché mostrano con disarmante evidenza l’Italia contemporanea. E spesso non è un bello spettacolo".



A proposito di spettacolo, il mondo nel quale operano il Notturno Concertante e Lazzaruolo solista, non mancano valutazioni desolanti: "Il music business, che ormai temo sia ridotto maluccio in Italia, ha cercato soprattutto negli ultimi anni di cavalcare l’onda di chi ha successo, inventandosi improbabili cloni a getto continuo, distruggendo la personalità di musicisti bravissimi e ignorando tutto quello che aveva il minimo sentore di cultura e diversità dai canoni aziendalistici. Quel che dovrebbe far riflettere, anche riferendosi alle capacità manageriali di chi gestisce lo show biz italiano, è che in questo modo le vendite dei dischi sono crollate (e non solo a causa del download illegale) e che l’industria discografica ha spazi sempre davvero angusti".

Appuntamento per la prima presentazione di Pensieri Stupendi a Roma sabato 31 ottobre alle 17.30: Libreria caffè letterario MangiaparoleVia Manlio Capitolino 7/9 (M Furio Camillo), con la partecipazione di Lucio Lazzaruolo e Giovanna Iorio.

  
Lucio Lazzaruolo:

Edizioni Progetto Cultura:

Synpress44 Ufficio stampa:


 

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...