giovedì 26 ottobre 2017

Chi va con lo Zoppo... non perde 'Una chitarra tra Napoli e il mondo' sabato 28 ottobre ad Anguillara Sabazia!

Sabato 28 ottobre la presentazione del nuovo libro che narra la storia del popolare musicista partenopeo. Dagli anni '70 ad oggi, dagli Inti-Illimani a Ennio Morricone, un appassionato viaggio tra parole e musica
Una chitarra tra Napoli e il mondo: Mauro Di Domenico e Donato Zoppo ad Anguillara Sabazia!



Il Comune di Anguillara Sabazia
è lieto di presentare:

UNA CHITARRA TRA NAPOLI E IL MONDO
Conversazioni con Mauro Di Domenico

Sabato 28 ottobre 2017
H. 18.00
Palazzo Baronale Orsini
Piazza del Comune 1
Anguillara Sabazia (RM)

Con Donato Zoppo e Mauro Di Domenico

Ingresso libero




Anguillara Sabazia, un ponte culturale con la città di Napoli. Questo il filo conduttore della nuova presentazione di Una chitarra tra Napoli e il mondo. Conversazioni con Mauro Di Domenico, che si terrà sabato 28 ottobre 2017 nell'Aula Consiliare del Palazzo Baronale Orsini, sede comunale di Anguillara. Per l'occasione Mauro Di Domenico e Donato Zoppo, autore del libro edito da Rogiosi, racconteranno la lunga vicenda artistica del musicista napoletano - da anni residente ad Anguillara - tra aneddoti, musica e riflessioni.

Ennio Morricone, Massimo Ranieri, Pino Daniele, Eugenio Bennato, Inti-Illimani, Nuova Compagnia di Canto Popolare, Mauro Pagani, Phil Manzanera, Giancarlo Giannini, Luis Sepulveda, Roberto De Simone, Nicola Piovani, Giuseppe Tornatore, Phil Palmer, Maurizio Scaparro: tutti questi grandi artisti sono una piccola parte dei nomi con cui Mauro Di Domenico ha suonato nel corso degli anni. Avvicinarsi a Mauro Di Domenico significa scoprire un oceano di collaborazioni e amicizie in Italia e all’estero, con lavori nel mondo della discografia, del teatro e del cinema, da Roberto Vecchioni a Elvio Porta, da Arisa a Mariano Rigillo. Significa scoprire una storia ricchissima, nata nella sua Napoli con il papà, il famoso tenore Lello Di Domenico, e cresciuta in giro per il mondo, sempre accanto alla fedele chitarra. 

Una chitarra tra Napoli e il mondo: conversazioni con Mauro Di Domenico è un libro ricco ed emozionante nel quale Zoppo ha raccolto ricordi, aneddoti, testimonianze e riflessioni del popolare chitarrista napoletano, una lunga e appassionata conversazione nella quale l'artista si è messo a nudo, raccontando quasi mezzo secolo di carriera, dalla formazione avvenuta con il maestro Eduardo Caliendo ai più recenti progetti dedicati a Ennio Morricone e Pino Daniele. Di Domenico ha deciso di aprire lo scrigno delle memorie e di raccontarsi: lo ha fatto in testo avvincente, arricchito da foto storiche (tutti scatti inediti provenienti dal suo archivio privato) e di un cd allegato con rarità, inediti e brani dal vivo. Una chitarra tra Napoli e il mondo si apre con le prefazioni di Ennio Morricone, che ha scritto un'affettuosa lettera a Mauro, e Michelangelo Iossa, uno dei più autorevoli opinionisti musicali italiani.



"Anguillara - dichiara il Sindaco Sabrina Anselmo - vuole accogliere Di Domenico nell'Aula Consiliare, non solo per ringraziarlo di portare in giro per l'Italia e ovunque il nome di Anguillara Sabazia, ma anche per dimostrargli l'affetto e l'orgoglio di averlo come cittadino nonchè per il suo tramite, per rafforzare questo ponte culturale che esiste, fin dal Rinascimento, tra la città di Napoli ed Anguillara Sabazia". "Infatti - dice l'Assessore alla cultura dott.ssa Viviana Normando - nell'Aula Consiliare, nella Sala delle Cariatidi, vi è dipinta dalla scuola di Raffaello, tra il 1535 e il 1543, l'unica veduta di Napoli prima dell'ampliamento voluto dal vice re Toledo nel 1537, ancora con le torri e la cinta muraria. Un particolare che fin da subito aveva stupito, dopo la sua scoperta, anche studiosi di livello internazionale come l'Arch. Giulio Pane, Aldo Loris Rossi, Cesare De Seta, Achille Della Ragione, Gianni Caroli e che continua in molti visitatori ad attirare attenzione. La veduta di Napoli ad Anguillara è l'unica immagine antica così puntuale ripresa dalla mappa del noto cartografo Munster e qui dipinta come porto da cui salpò la flotta di Papa Paolo III Farnese, con il committente del Palazzo Gentil Virginio Orsini, alla riconquista del Mediterraneo. Una coincidenza storica importante, tutta da mettere in risalto per l'occasione della presentazione di Di Domenico che si esibirà proprio innanzi alla veduta napoletana e con la partecipazione anche dei suoi numerosi allievi".


Info:

Anguillara Sabazia:

Rogiosi Editore:

Mauro Di Domenico:

Donato Zoppo:

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...